EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Pubblicato il 28 gennaio 2016

Le competenze dei professionisti del Web sono standard normati: italiani primi in Europa.

competenze web

Oggi, 28 gennaio 2016, è stata pubblicata la norma multiparte UNI 11621-1/4: 2016 Attività professionali non regolamentate – Profili professionali per l’ICTche nella sua parte 3 va a normare i Profili professionali relativi alle professionalità operanti nel Web.

Si tratta di un grande risultato per tutti i professionisti del Web che vedono così riconosciuto il lavoro svolto anche grazie al Gruppo di lavoro Web Skills Profiles. Nel dicembre del 2014, infatti, il Gruppo pubblicava 25 profili di competenze del professionista Web, realizzati in modalità collaborativa con rappresentanti di enti ed associazioni, in accordo con le direttive CEN in materia di Generation 3 (G3) European ICT Profiles e basati sul modello dell’e-Competence Framework 3.0.

Nella norma sono previsti tutti i 25 profili di competenza pubblicati dal Gruppo.

Afferma Roberto Scano, presidente di IWA Italy e presidente della Commissione UNINFO APNR-ICT (Attività professionali non regolamentate) per AgID: “I professionisti Web ora finalmente hanno un riferimento normativo. Grazie a questa norma tecnica, prima in Europa, siamo stati in grado di dare sia un modello di riferimento per tutte le professionalità ICT, sia una serie di profili per chi opera nel Web. Da oggi possiamo dire che i professionisti Web esistono, e sono catalogati in 25 profili professionali. Grazie a IWA e alla collaborazione di tutti gli attori presenti nella commissione APNR si è potuto quindi dare inizio ad una fase di valorizzazione delle competenze. Grazie inoltre al sistema di certificazione e di attestazione da parte delle associazioni, sarà possibile identificare i professionisti ICT e Web. Ed in questo IWA, di cui sono presidente, sarà senz’altro l’attore principale per il settore Web.”

Afferma Pasquale Popolizio, vicepresidente di IWA Italy e coordinatore del Gruppo Web Skills Profiles e del Gruppo di Lavoro Professionista Web, costituito in seno alla Commissione UNINFO APNR-ICT: “Con la pubblicazione della norma multiparte UNI 11621-1/4: 2016 si aprono scenari e opportunità molto importanti per i professionisti del Web, le Università, le organizzazioni formative, le agenzie per il lavoro, le aziende e gli enti certificatori. I professionisti potranno certificare le loro competenze, le Università e gli enti formativi potranno, anzi, direi dovranno, ampliare la loro offerta formativa con corsi e master specifici, le agenzie per il lavoro potranno aggiornare le loro categorie di riferimento, le aziende potranno così contare sempre di più su professionisti con competenze aggiornate e certificate mentre gli enti certificatori potranno offrire percorsi di certificazione specifici.”

Le altre 3 parti della norma sono disponibili a partire da http://store.uni.com/magento-1.4.0.1/index.php/catalogsearch/result/?q=UNI+11621+2016+&fulltext=fulltext&tpqual[3]=zz&tpqual_var=99&ttbloc=0

The following two tabs change content below.
Vice presidente di IWA Italy. Consulente e formatore in Marketing Digitale e accessibilità del Web. Responsabile operativo del sito Web, Digital strategic planner e componente del Consiglio Scientifico della Fondazione Idis Città della Scienza. Coordinatore del Gruppo IWA Italy Web Skills Profiles, per la definizione dei profili delle competenze del Web.


2 commenti a “Le competenze dei professionisti del Web sono standard normati: italiani primi in Europa.”

  1. […] Le competenze dei professionisti del Web sono standard normati: italiani primi in Europa. […]

  2. […] professioni, fino ad oggi di difficile definizione, a partire dal 28 gennaio 2016 sono regolamentate dalla norma multiparte UNI 11621-1/4: 2016 Attività professionali non […]